Il ragazzo del secolo scorso

Vecchio, D’Alema sa di muffa. Di quella muffa stantia di chi preferisce stare sempre dietro le quinte. Di chi manovra e non mette mai la faccia. Red, la sua nuova associazione, con tessere e organismi territoriali, è un tentativo di mettere le mani sul PD. D’Alema vuole contare e contarsi.

Dovrebbe avere la compiacenza che ha contraddistinto Giuliano Amato e Romano Prodi. Loro, capito che la loro stagione era finita, si sono ritirati. Hanno lasciato la scena.

“Baffino” è stato azzoppato tante volte, ma si è sempre rialzato, provando a fare la voce grossa. Appartiene a quella schiera dei “compagni di scuola”, giustamente giudicati da Andrea Romano inadatti al governo del Paese.

D’Alema non ha appeal elettorale verso i moderati. E’ vecchio, fastidioso.

Uccidere i padri significa liberarsi di lui, che ha fatto sempre da tappo per il ricambio. Adesso, senza nessuna credibilità, si propone “king maker” di Bersani o Cuperlo.

D’Alema non è innovativo e parla un linguaggio vecchio. Se vuole rafforzare la sua leadership, Veltroni deve liberarsene. Anche con un congresso. E dopo averlo sconfitto, Walter deve attorniarsi di nuovi e giovani dirigenti. E pescarli fuori dalle segreterie di partito.

Annunci

11 commenti

Archiviato in Senza Categoria

11 risposte a “Il ragazzo del secolo scorso

  1. peppuzzo

    Nessuno nega che sia dotato di straordinario intuito politico, macchiavellismo, opportunismo e realismo politico! Poi però penso che tutte le volte in cui il suo talento è stato necessario per dare al centro-sinistra quel salto di qualità, quel radicamento di cui avrebbe bisogno in realtà si è affossato da solo. Lui usa un linguaggio politico vecchio, quello del “padrone”, di colui che fa girare un partito da solo, vuol stare a “capotavola” del PD, adombrando chiunque! D’Alema è dunque il mitologico Saturno, quello che nella mitologia greca divorava i suoi figli che lo avrebbero detronizzato…la strada è lunga ed è tutta in salita caro Mariuccio!

  2. Vincenzo

    dal post si capisce benissimo che ti sta antipatico D’Alema ma ci sono un po di considerazioni strampalate sulla non moderazione di D’alema. D’alema è uno di quelli che ha invocato una revisione storica sul fascismo per rifondare la sinistra schiava della sua ideologia, è quello che nel ’77 gridava dai megafoni che non bisognava esaltare i ferimenti dei poliziotti degli scontri di piazza perchè non è dalla gioia per il ferimento di un coetaneo che si perseguivano le lotte sociali, tutto questo quasi 20 anni prima di Toni Blair.
    Il pensiero dominante di sinistra non lo ha mai incoronato fino in fondo, compreso quando alle famigerate elezioni della discesa in campo di Berlusconi hanno fatto la campagna elettorale con Occhtto che però non era candidato premier.
    Non c’è dubbio che lui è una colonna portante della sinistra riformista anche se i suoi compagni di scuola si sono scissi e cammina ormai solo sulle sue gambe.

    Poi è anche quello che non ha mai lavorato in vita sua e si trova na barca a vela da coppa america però non ha mica lasciato buchi da 500milioni al comune di Roma, da quel punto di vista i soldi li ha spesi meglio Massimino.

    Rosso di invidia.
    Vincenzo

  3. mario

    Vincenzo caro,
    devo correggerti su diversi punti. Standard and Poor’s ha certificato la stabilità del debito del Comune di roma. C’è un ammanco in cassa, ma è dovuto al mancato trasferimento di fondi dovuti dalla Regione Lazio al comune. E questo è palese e mi meraviglio che tu, persona puntuale e amante della ricerca, non abbia approfondito questo tema.
    D’Alema in passato è stato importante, ma ha esaurito la sua spinta innovatrice.
    Politicamente è morto alle regionali del 2000, quando ha voluto “legittimare” la sua premiership chiedendo consenso alla regionali e scivolando miseramente.
    Poi ha messo fassino alla guida dei ds, non ha condizionato nessuna scelta. è stato trombato quando voleva fare il pres. della camera e della repubblica. E adesso la sua proposta è quella di ricucire con la sinistra radicale. Quindi, dov’è il suo appeal verso i moderati?

  4. antony

    vincè visto che ti trovo solo sui blog … ma la casa? o l’ostello?

  5. Non capisco: il discorso sembra avere una sua coerenza fino ad un certo punto. Ma poi dopo aver ucciso il padre D’Alema salvi Veltroni. Portatore di un linguaggio innovativo? Forse. Ma ugualmente fallimentare. Antidemocratico, in sostanza. Assassino dell’ulivismo. E del governo Prodi bis (come D’Alema lo fu del primo). Già segretario dei DS (nuovo per niente…) e direttore dell’Unità che non riuscì a risollevare dal suo lento declino (la sua più grande innovazione fu quella di allegare il Vangelo…). Il PD ha già evidentemente fallito nella ricerca del voto moderato e cercare persone fuori dalle segreterie dei partiti va benissimo, ma il vero punto è nelle modalità di selezione: leggi Madia. At salut

    Un abbraccio

    Franz

  6. mario

    francesco, salvo veltroni, semplicemente perchè ha vinto le primarie. anche se, deve rivedere molte cose, come tu giustamente sottolinei.

  7. L’ho sempre ritenuto un appartenente della repubblica di mezzo: nè totalmente della prima, dove era chiaramente giovanissimo, nè totalmente della seconda…

    Ora è chiaro che sta puntando alla leadership del PD, ma finchè continueranno a contendersi la poltrona al centro del caminetto i vari Fassino, Veltroni, D’Alema ed altri “giovini” vari, non mi pare ci sia molto da fare per il PD.

    Mariù ma questo Cuperlo? Che ne pensi?

    Ah e cmq… “vaffancul tu e fassin!” 😛

  8. Vincenzo

    Qualunque cosa sia successo tra fondi europei e regionali il parlamento ha votato il ripianamento dell’ammanco nelle casse del comune con la somma prima citata, anche se c’è stato un errore, le cariche hanno una responsabilità e se le assumono, altrimenti comunque ne rispondono in termini di consenso.

    L’appeal di D’alema sta nel fatto che ha presieduto la bicamerale dopo le consultazioni dell’opposizione a un certo punto è stato fatto il suo nome quando si parlava di cariche in questo governo (sebbene poi è andata a puttane) ed è tutt’altro che morto! il suo correntone è seguitissimo, magari sono tutti vecchi e zoppi ma sono tanti. Inoltre è quello che è ingrado di candidarsi in Campania dopo il disastro, per la gioia dei suoi concorrenti correntonisti ( tuttavia piu coraggioso ed efficace della finocchiaro in Sicilia, dove il disastro non c’era ma la disfatta è stata schiacciante).

    Quanto alle primarie se si fosse candidato Bersani, D’alema, Rutelli, Fassino e anche Prodi non so come sarebbero andate le cose, sicuramente non ci sarebbe stato il plebiscito per walter (espressione piu del potentato di cui fa parte che della volontà popolare). Questo uso mediatico delle primarie (peraltro boomerang) è consuetudine nel Pd.

    Comunque io lo preferisco a Walter che incarna semmai la filosofia dell’abbraccio senza ma e senza se e che incarna l’indecisionismo della sinistra a partire dal dibattito sul partito socialista europeo. Tuttavia non credo siano in competizione.

    Buone cose.
    Vincenzo

  9. antony

    vincè lass i futt st chiacchier. la casa?

  10. mario

    La bicamerale è stato un fallimento. Barattò la legge sul conflitto d’interesse per il doppio turno alla francese e il semipresidenzialismo. Andò come andò e lui prese – in combutta con marini – il posto di prodi. E anche la sua presidenza del consiglio andò come andò. “A palazzo chigi c’è l’unica merchant bank dove non si parla inglese”, disse Guido rossi a proposito della sua presidenza.
    enzo, non lo so, cuperlo è un d’alemiano. Io vorrei che il prossimo leader non venisse dai ds. ci vorrebbe una personalità alla marchionne o soru, o qualche giovane amministratore locale, da lanciare

  11. giddio

    Nn credo che il parlamento abbia potuto votare il ripianamento del PRESUNTO ammanco al comune di Roma.
    Tutto questo per una semplice ragione: il debito (v. Giornale.it) si aggira, seondo fondi della maggiornaza, ad una cifra mostruosa: 9,760 miliardi di euro!!!!!!…una piccola manovra finanziaria-
    In ogni caso aspettiamo gli accertamenti del caso e vediamo cosa succede, anche se ormai la voglia di Vincenzo di dimostrare presunte malefatte a sinistra è ben nota ai bloggisti policoresi!!!
    Ormai nn faccio piu il tifo a mo’ di calcio per le mie posizioni politiche: chi sbaglia a casa (o in carcere). è bene nn farsi prendere la mano da analisi troppo affrettate.
    Appogiando a pieno il post di Mario,mi chiedevo dove fosse l’errore nel propagandare un esempio di alta democrazia come le primarie??
    quando lo fanno gli americani siamo a pronti a innegiarli come i “fondatori della moderna democrazia”; “esempio di democrazia pe tutti gl altri paesi”, lo facciamo noi e siamo populisti, demagoghi e propagandatori.
    Certo ci possono essere degli errori, nessuno lo nega, ma diamoci tempo: nessuno aveva esperienza in questa “nuovo” sistema che sono le primarie.
    I nomi che Vincenzo ha citato: perchè nn si sono candidati?? le primarie erano aperti a tutti. sel’hanno fatto vuol dire che avevano le loro buoneragioni…e credimi da quelle parti le ragioni sono davvero buone!!!!¨…ci sarà stato qualcos’altro in cambio: come accade in tutti i partiti del mondo, e come è normale che sia.
    Un ultima riflessione:
    il nostro paese è AFFLITTO da problemi struttural serissimi: economici, sociali e culturali, ognuno dei quali influisce sulla vita giornaliera di ognuno di noi…e di cosa si parla???
    di RED (un modo nuovo per fare una vecchia politica…usa pure l’inglese “baffetto!!!!!!”) ,e di persone che prima nn vogliono essere processati e poi rispolverano il nodo schifani (peraltro gia dichiarato incostituzionle in passato: adesso avranno trovato qualche cavillo per farlopassare)
    . Come se ai dipendenti Alitalia, FS, pensionati con la pensione minima fottese qualcosa dei problemi di quel nano….o di quel baffetto
    Per dimostrare la mia continua apertura verso gli ambienti del centro destra chiudo dicendo: VIVA BRUNETTA…finalmente uno che lavora

    Egidio

    P.S.: chiedo scusa per la sconnessione degli argomenti trattati ma mi sono appena svegliato…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...