Binario unico

Mi è capitato, qualche giorno fa, di percorrere la tratta Policoro (provincia di Matera, Basilicata, il posto in cui sono nato) – Crotone, in treno. Binario unico e con un regionale a motore diesel e con due sole carrozze.

Non mi spingevo oltre la mia Basilicata, in direzione Calabria, da tempo. E devo dire che, oltrepassato il confine della mia regione, mi è sembrato di viaggiare nel tempo. Lungo il tragitto si incontrano “Officine, ricambi nazionali ed esteri” e una serie sconfinata di “hotel miramare”. La ferrovia, in alcuni tratti, costeggia la riva. Si ha la percezione di correre sul mare, perchè il treno passa ad un’altezza di 5 metri dalla battigia ed ad una distanza di 3 m.

Facile incontrare un sacco di pensioncine “stile Rimini anni ’70” e, di tanto in tanto, qualche villaggio vacanze ultra moderno. Più vai giù e più la terra si fa sabbia. I colori sono molto forti. Da un lato il mare e dall’altro la statale 106, con una sola carreggiata.

Si vedono pinete che arrivano al mare, lidi – baracca un po’ fatiscenti, dove è possibile trovare grande accoglienza e cibo genuino.

C’è una calma infinita. Vigneti e terrazze. Le stazioni sono prive di sottopassaggi, ma i loro bar sono sempre affollati.

Mi accorgo che la mia Lucania è molto più avanzata della Calabria. In 200 km, ci sono 5 o 10 anni di differenza. Molte case, in Calabria, non hanno intonaco. E tutto sembra più lento.

Ma la magia del sud è intatta. Paesaggio inviolato, clima perfetto, territorio da esplorare, gente da scoprire.

Il sud d’estate si sveglia. Ogni paesino ha le sue feste e suoi festival. Musica, trdizioni, buon cibo, voglia di stare in strada, sagre. Colore e folklori.

Le città sono lontane, ma basta un treno a binario unico, lento e riflessivo, per portarti nella magia e nella festa del sud.

Annunci

7 commenti

Archiviato in Senza Categoria

7 risposte a “Binario unico

  1. Capo

    Ad esempio a me piace il Sud….
    Mariù!!!!! (non dico niente ma spero che tu abbia capito cosa ti volevo dire….)

  2. antony

    questa è l’italia.. pensano a fare l’alta velocità bologna-milano in un ora e la gente per arrivare da cosenza a bari ce ne mette 4! la questione meridionale continua… è uno schifo.
    ma noi siamo terun…

  3. aggrapati al sogno mariù…

  4. tarattattatarara

    “… ragazza corri come corre il sogno che ti porta alla statale 106, ogni chilometro che passa è un regno che tu scoprirai… corri come corre il vento che accarezza la statale 106… ogni chilometro è un sentimento che ritroverai… vento della sera…”

  5. mario

    Ragazza, e qual è il sogno che ti porta alla statale 106?

  6. "ragazza"

    “…colori e profumi della terra del sud…”

    lucano??..voglio il meglio! eheheh

  7. Giorgio

    …fra le miriadi di cose che hai incontrato ci sarà stata la stazione di Thuri (comune di 200 abitanti), Zolfara aperta solo 4 mesi l’anno per i vacanzieri, che in inverno è solo un cancello con rugine e piante secche….avrai sentito gli odori delle fabbriche di Rossano con lo snodo ferroviario diretto fra i silos. Avrai certamente voluto capire perchè il treno a Roseto rallenta e percorre un tratto ai 10 km/h.
    Neanche Nostradamus avrebbe mai pensato ad un 2008 così per la Calabria ed io sono qui che cerco di scrivere una relazione tecnica per avere qualche soldino dalla CE per il ripascimento delle coste di Rocca Imperiale (non sembra ancora Calabria ma quasi).
    Ciao Mariù

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...