In questa stampa libera

Grillo manifesta contro la casta dei giornali. Dice che siamo l’unico Paese occidentale ad avere ancora l’Ordine dei Giornalisti, fondato nel 1935, in epoca fascista. Chiede di abolire il finanziamento pubblico ai giornali che – sostiene il comico – sono tutti uguali e non rendono un servizio d’informazione reale ai cittadini.

L’Ordine in quanto ordine è poco liberale. Sicuramente c’è bisogno di meccanismi di accesso alla professione ben più liberi e meritocratici. I giornali non fanno l’agenda setting di questo Paese, ma spesso la subiscono. E’ raro che una testata porti all’attenzione un caso e ce ne faccia parlare per un po’.

Non si può fare di tutta l’erba un fascio, però. Sebbene i giornali molto spesso manchino di coraggio, non si possono negare gli aspetti positivi. R2 di Repubblica prova a calarsi nella realtà; i tanti porgrammi di LA7 e qualche fortunato format RAI, come Report, ci offrono un giornalismo vero, vissuto, indagato.

La questione è sempre quella del duopolio. Più televisioni e più concorrenza comportano sempre un input al miglioramento dei contenuti e alla loro diversificazione. E’ dalla tv (on demand, digitale, satellitare e terrestre) che può partire il cammino verso una nuova informazione. Ma con l’aria che tira…

Annunci

1 Commento

Archiviato in Senza Categoria

Una risposta a “In questa stampa libera

  1. Capo

    V2DAY: sì all’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e all’abolizione della legge Gasparri, no all’abolizione del finanziamento pubblico ai giornali, perchè 1 non è vero che sono tutti uguali e 2 (soprattutto) devono essere rappresentate tutte le opinioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...