Drugo 5/ Opinioni di un clown

Questa settimana, il nostro Drugo ci parla di “Opinioni di un clown” di Heinrich Boll.

Maria se n’è andata! Maria ha preferito mollare il suo storico uomo (che le rubò il virgineo fior…): Hans Schmier. Un uomo che ha deciso che nella vita avrebbe fatto il clown e che uno stupido infortunio al ginocchio lo obbligherà a mollare la carriera, fino a quel momento molto ben retribuita. Maria ha preferito la comodità borghese di un tale Zupfner, cattolico osservante, comodamente benpensante, inesorabilmente conservatore come la cricca di convinti che lo stesso Hans frequentava. Questo libro parla dunque di un abbandono, ma sarebbe riduttivo fermarsi qui, perchè tratta di tanti temi: la fortuna che svanisce, il talento debordante schiacciato dalla malasorte, una società (quella tedesca) che aveva tanto da farsi perdonare dopo il massacro giudeo e che si era rifugiata nel rassicurante conservatorismo cattolico ed ipocrita…parla della spersonalizzazione e della solitudine delle grandi metropoli (Bonn in questo caso)…parla di un uomo! Heinrich Boll descrive con enorme semplicità la complessità e le contraddizioni di un uomo che ha deciso di fare fronte contro la sua famiglia (ricca, borghese e coinvolta con le gerarchie naziste), di far fronte contro sua madre e contro ogni convenzione con un orgoglio ridicolo e cazzuto…perchè ogni clown ha un volto triste, dietro il trucco, dietro il nasone rosso e posticcio (chi non si è mai sentito così almeno una volta nella vita?). Hans perderà tutto, la dignità, il lavoro, il successo, l’amore di Maria e la fiducia nel futuro perchè la sua natura non gli permette di accomodarsi nella comunità ed è per questo che comincerà una serie di telefonate per chiedere un aiuto economico…invano. Egli si ritroverà, il giorno di carnevale (festa colorata e mascherata, opulenta ed imbecille, breve ed esagerata, metafora della società tedesca post-bellica, gaudente ed anestetizzata) a mendicare sui gradini della stazione di Bonn e condannato ad essere l’unico volto, sebbene disperato e umiliato, tra tante maschere…

Voto: 7…di lettura scorrevole ed “eversiva” (questo romanzo creò un caso letterario notevole ed una polemica col clero cattolico tedesco)…tuttavia l'”eversivo” Boll vincerà anche il Nobel (‘cci sua!!), ha ispirato gli autori dei Simpson nella creazione di Krusty il clown, pur essendo alquanto poco diffuso. Da conoscere…da apprezzare con onestà!!

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...