Trenitalia e la truffa Cartaviaggio

treno.jpg

Trenitalia ha elaborato una truffa ai possessori di Cartaviaggio. La carta, iunior o senior a seconda dell’età del possessore, da diritto a sconti sul prezzo del biglietto e all’accumulo di punti per accedere a premi, fra i quali viaggi gratis etc.

Chiaramente, prima di richiedere un premio, bisogna conoscere bene il punteggio acquisito. Ad ogni punteggio corrisponde un premio diverso. Viaggi intercity, eurostar per 1 o 2 persone.  Il  punteggio personale è consultabile attraverso l’area riscervata ad ogni cliente cartaviaggio sul sito http://www.trenitalia.com . E’ possibile accedervi tramite l’inserimento di username e password, che trenitalia attribuisce ai possessori della carta. Tuttavia, nessuno riesce – pur accedendo all’area riservata – a consultare il proprio punteggio. Dopo l’inserimento di username e password, si viene dirottati, infatti, ad una pagina, che recita testualmente:

“Per accedere in quest’area riservata e’ necessario possedere una cartaviaggio”.

Capito? Si scrive il proprio username e la propria password nella login per i clienti cartaviaggio e trenitalia ci comunica di “non avere” una cartaviaggio, per avendoci dotati di una specifica password per possessori cartaviaggio. E questo perchè?

Perchè l’unico modo restante per consultare il proprio punteggio è chiamare il call center di trenitalia 892.021 , al “modico costo” di 30 centesimi € di scatto alla risposta più 54 centesimi di € per ogni minuto di conversazione.

E’ già di per sè scandoloso che il call center di un’azienda di stato sia a pagamento. E’ ancor di più uno scandalo che sia un numero a tariffazione speciale (un 892) e costi più delle chiamate nazionali.

Trenitalia offre formalmente la consultazione gratuita online, per poi negarla di fatto e obbligare i clienti a chiamare il suo call center.

Il call center è attivo per qualsiasi altra informazione.

Per di più, il costo dei biglietti aumenta senza che nessuno possa riscontrare un effettivo migliramento del servizio.

Non voglio proseguire su questo argomento, eprchè scrivendone mi sto incazzando come una iena. Dite voi qualcosaltro.

Annunci

6 commenti

Archiviato in Senza Categoria

6 risposte a “Trenitalia e la truffa Cartaviaggio

  1. Che Bastardi!!
    Cavolo non lo sapevo…Grazie…

  2. loretta

    voce fuor dal coro stamane. Sono appena rientrata da un bel viaggetto a Firenze (a/r) sponsorizzato dai punti della mia cartaviaggio… Pensa che una volta non mi sono stati accreditati i punti ma è bastato scrivergli una mail e, dopo aver inviato copia del biglietto scansionato, hanno aggiornato il saldo e mi hanno offerto 500 punti bonus x l’accaduto!
    Concorde invece sull’ingiustificato aumento dei biglietti (avete mai preso un ic x napoli? Fa + schifo del regionale…) e sull’ uso non appropriato di un numero a pagamento: con tutti i soldi mal spesi in pubblicità e marketing fallimentare non poteva offrire all’utenza un numero verde?

  3. Capo

    “Ferrovie dello Stato: con questo biglietto hai prodotto l’xy% di emissioni in meno rispetto ad un viaggio in autostrada o in aereo o in elicottero o in eliambulanza”: sì, però c’ho avuto il 3000000% de incazzature in più!!!!!!!

  4. No no, ma non è tutto! Dal 31 Gennaio hanno tolto le tariffe Junior e Senior per i possessori di Cartaviaggio. Mah che cazzo!!!!!
    Io viaggio per amore ogni 45 giorni da circa 3 anni e lo stesso fa la mia ragazza, sulla tratta Roma-Padova. Ora, quanti soldi gli abbiamo dato a sti stronzi?!?!? maledetti!!? Neanche un’agevolazione!
    Super Mario (Don) DePizzo, pensaci tu!!
    cià

  5. Speriamo che Walter riesca a risolvere la situazione. Ma questa storia, visto che la racconti tu, mi impone un ragionamento. Trenitalia è azienda totalmente in mano pubblica, ma di diritto privato, che – almeno in teoria dovrebbe operare con metodo economico. Questo comporta che l’azienda si inventi “la qualunque” pur di “speculare” il più possibile, almeno per coprire i costi (e neppure ci riesce: basti guardare i bilanci pubblicati sul sito). Ovviamente con dei sotterfugi (qualificabili a tutti gli effetti come “aiuti di Stato”) il governo cerca di coprire i buchi lasciati. Avete presente la ben nota pubblicità promossa dal ministero della Salute. Un totale spreco, sopratutto per i tempi sbagliati e per la poco azzeccata scelta di slogan, modella e forse del fotografo (il “mittico” Toscani, questa volta ha toppato alla grande), ma un cospicuo compenso per FS (non proprio Trenitalia, ma parliamo dello stesso gruppo).

    Ora: questa situazione intermedia di “status” privato in mano pubblica è evidentemente fallimentare. Personalmente ritengo che una definitiva privatizzazione “sostanziale” non possa portare a niente di meglio (in mancanza di un “tappabuchi” i costi lieviteranno necessariamente e non è detto che i servizi si mantengano anche allo stato attuale…): meglio sarebbe “tornare a Bomba” e rendere il servizio fortemente e amabilmente pubblico. Questo non porterebbe ad un miglioramento dei servizi ma servirebbe a calmierare i prezzi e, sicuramente, a ripristinare un servizio di informazioni totalmente gratuito e per numero verde. Ma non credo che con i parametri UE questa soluzione sia prospettabile. A meno di ritenere il trasporto ferroviario un servizio essenziale, sottopendolo a più morbida disciplina. Sulle ferrovie aprire alla concorrenza è estremamente complesso (stante il necessario monopolio ferroviario, salva una “ripartizione” territoriale), ma le soluzioni esistono: forte standardizzazione di servizi minimi, divisione per fasce orarie e bandi il più possibile limitati nel tempo. Quale sarà la formula di Uolter?

  6. roberto

    io o fatto una bella stupidata oggi pomeriggio o speso 14.60 e. per il loro call center 5 minuti ( l’operatore non aveva neanche riaggangiato e il cellulare continuava a trasmettere dopo che ci si era salutati )
    E poi la carta viaggio non da lo sconto del 20% e provato infine volte a cercare una tariffa ma e la stessa anche quando la prendo in stazione.
    ma perche non o controllato prima su google bastava una semplice ricerca per capire l’effettiva portata del fenomeno,
    Sono stato truffato due volte nell’arco di un’ora, mi sento cretino!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...