Uso mediatico

tv1.jpg

Oggi non ci sono particolari notizie. Vi dico subito che non voglio che questo blog diventi uno spazio palloso e quindi parleremo di tutto. E’ giusto partire, però, dalla comunicazione. E dalla lectio magistralis in comunicazione che Benedetto XVI ha fornito negli scorsi giorni. Il papa ha rifiutato un invito, nonostante tutte le autorità garantissero la sua sicurezza. Il suo rifiuto ha anche una valenza che questi media “pigri” non potevano cogliere. Il papa non ammette contestazioni. Magistralmente, è riuscito a far passare un suo rifiuto per un’imposizione dei contestatori. Mediaticamente è stato fantastico. Chiaramente io penso che avesse tutto il diritto di parlare all’università. Però nessuno ha colto questo: il papa ha rifiutato perchè non accetta contestazioni.

Annunci

8 commenti

Archiviato in Senza Categoria

8 risposte a “Uso mediatico

  1. jemfri

    Giustissimo…con il Santo Padre il dialogo è impossibile, e ora riescono anche a farlo passare per un eroe della moratoria contro la pena di morte…personalmente sono esterrefatto di come i potenti gestiscano e manipolino l’informazione a loro piacere in questo “strano” paese…

  2. Peppuzzo

    Il tema è delicato ed è facilmente strumentabile. E’ vero l’operazione mediatica è stata notevole, il Pontefice (o chi per lui) è riuscito a far passare un rifiuto come un impedimento. Però c’è anche un altro problema da affrontare e cioè l’estremismo ed il radicalismo di alcune posizioni che poi si accompagnano ad azioni altrettanto estreme (vedi l’occupazione del rettorato…anche se, parlando con dei ragazzi che stavano lì erano si e no 35 persone e non 50-60, ma ciò nn giustifica). C’è un virus interno che spinge la laicità verso un’acutizzazione pericolosa. Riflettiamo anche su questo

  3. mariodepizzo

    Peppe hai ragione. Io però volevo focalizzare l’attenzione sull’operazione mediatica.
    Poi, per quanto riguarda il merito della questione, sono strenuamente dalla parte del papa. Aveva tutto il diritto di parlare e non mi piace il laicismo sfrontato e radicale.

  4. beo

    in bocca al lupo mariuccio quasi dottore!!!non certo per il blog, che comunque spero possa diventare uno strumento di allenamento importante ma per il dopo, nyork, milano o roccacannuccia che sia

  5. Angelo

    Riconosco che hai fatto un rilievo molto acuto, Mariuccio..ma la efficentissima strategia comunicativa del vaticano, non è certo una novità introdotta da Ratzi. Anche se l’effetto sulla stampa, compresa quella estera(ti suggerisco di guardare Wall Street Journal e NYTimes) è stato favorevole al Papa, c’è un altro effetto mediatico meno immediato ma che comincia a circolare..In Italia oggi, non c’è potere costituito che non possa essere contestato..ed uso questo ultimo termine non a caso. Il “diritto di critica”, per quanto se ne dica, non è mai stato seriamente messo in discussione. Ma quello è un diritto che, sebbene spetti a tutti, in concreto pochi possono esercitarlo con efficacia. Per capirci: un conto è parlare al bar e un conto è poter scrivere un editoriale su un giornale, o esprimere una critica aperta in Televisione. Ai cittadini comuni che non sono d’accordo su temi di pubblico interesse e vogliano manifestare apertamente e “visibilmente” il loro dissenso, quali mezzi sono garantiti? Come si può competere con la strategia del Centro Televisivo Vaticano, che si avvale, per altro, di diverse ed importanti influenze negli altri mainstream? Per ora sembra averla vinta il Vaticano, manipolando per benino i fatti!chissà che questa strategia non gli si ritorca contro..prima o poi..Questo è un precedente molto pericoloso. Ma di certo non aiuta a riportare la questione nei binari del confronto, la smania della Chiesa di contarsi chiamando a raccolta tutti i “fedeli” oggi all’Angelus.Qualcun’altro avrebbe detto:”porgi l’altra guancia”. Il messaggio se non altro sarebbe stato più evangelico.

  6. max

    Chiaro è che per me il problema è stato un altro, perchè contestare non è firmare un appello per dire che il Pontefice fosse un ospite sgradito….anche perchè anch’io avrei rifiutato e se la contestazione è sulle posizioni conservatrici del Vaticano, non può permettersi di definire “indesiderata” la visita del Papa all’inagurazione dell’anno accademico….di chi è il sapere? chi può permettersi di dire chi è gradito e chi no in base a delle posizioni?….mi dispiace ma credo che il problema sia li e non è nuovo, poi è anche vero che oggi in San Pietro parecchi sfrutteranno la situazione per essere a difesa del Papa…..ma di queste cose se ne vedono ogni giorno.

  7. max

    ….già, sull’uso mediatico, penso che qualsiasi cosa avesse fatto avrebbe avuto un’effetto comunque criticabile, io non credo nella valenza che il Papa non possa essere contestato anche perchè non mi pare che manchi lo spazio per le posizioni laiche o addirittura anticlericali, a me pare che il dibattito sui i temi più sensibili al Vaticano non manchi….e poi sai, di stampa pigra se ne può parlare tutti i giorni….infatti non riusciamo a capire come stia messa l’emergenza rifiuti in campania….non se ne parla da qualche giorno….è sparita?

  8. mariodepizzo

    Max sono d’accordo con te. Io evidenziavo un’altra cosa. Qualora avesse partecipato alla cerimonia e gli studenti si fossero girati di spalle o lo avessero fischiato o avessero esposto cartelloni di portesta,
    Benedetto XVI sarebbe stato il primo papa dell’era della comunicazione ad essere contestato platealmente. E’ questo che Sua Santità non poteva ammettere. E la sua mossa è stata strepitosa, perchè questo dato è passato in secondo piano ed Egli ha vinto la partita facendo ricadere l’attenzione mediatica sulla sua rinuncia. Poi sulla lettera dei prof sono d’accordo con te.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...