www.mariodepizzo.it

Tutte le informazioni e le attività sono ora su www.mariodepizzo.it

Annunci

1 Commento

Archiviato in Senza Categoria

Loft

.valter
Dopo la vittoria di Obama, non si può più credere a cambiamenti di facciata. Le cose cambiano davvero oppure non cambiano. Veltroni è stato nel mezzo; ha trattato con le oligarchie del partito, ha commesso l’errore di non eliminare d’alema. Max ha tessuto la sua tela e ora – causa gli eventi – gli manda il foglio di via. La democrazia ha bisogno di almeno 2 schieramenti forti, che possano alternarsi al governo. Ora gli scenari sono 2: o il pd si rinnova davvero, con primarie vere che facciano emergere un leader nuovo e forte, con un potere reale oppure si sfascia. E se si sfascia in sinistra e centro, difficilmente la sinistra tornerà a governare.
“Se ci fosse un uomo forte nel gestire quel ha intorno, senza intaccare il suo equilibrio interno” diceva Gaber. E di questo, forse, c’è bisogno

15 commenti

Archiviato in Senza Categoria

Italiani mambo

gett
“Gli italiani sono il popolo che fa suonare più spesso il metal detector negli areoporti”; lo ha scritto tempo fa il New York Times per dire quanto siamo indisciplinati. Lina Sotis sul Corriere di oggi scrive:  “Gli operai inglesi contro gli operai italiani. Eppure non sono arrivati coi gommoni”. E comunque nessun italiano è stato bruciato.

1 Commento

Archiviato in Senza Categoria

Lavorare con lentezza

lentezza

Al tribunale di Matera c’è un solo giudice per i processi in materia di lavoro e previdenza. Ed ha un carico di 5600 cause. Pochine.

13 commenti

Archiviato in Senza Categoria

Obama ti ama

ob1

Questa mattina Obama ti ha apparecchiato la colazione e ti ha detto le parole giuste per affrontare la giornata.
Da domani è lui che decide quello che c’è in tavola. Una bella tavola imbandita con fiori, frutti gustosi e qualche cibo alla diossina.
Ma dopotutto, domani è un altro giorno. Magari con più sole.

6 commenti

Archiviato in Senza Categoria

Nostalgia canaglia

milanodabere

“Nell’ 1988 l’allora vice premier Gianni De Michelis scrive un libro dal titolo che da il nome a questo gruppo. Era la guida ai migliori locali notturni italiani. Specchio di un epoca quando Milano era da bere,e il fatturato della societa’ che produceva il Ramazzotti era ai massimi. Questo gruppo tende a far si’ che la casa editrice ne pubblichi presto la ristampa”.

Si tratta dell’ennesimo gruppo, nato su facebook.

4 commenti

Archiviato in Senza Categoria

Zaleski point

zaleski

Romain Zaleski, ingegnere franco polacco, è una tessera importante del capitalismo italiano. La sua holding Tassara è indebitata per 6,1 miliardi di Euro. 4,4 con banche italiane, il resto con banche straniere che, ora, hanno chiesto il conto. Sapete chi restituirà questi 1,6 miliardi di euro alle banche straniere? Le banche italiane. Zaleski prende in prestito i soldi dagli istituti finanziari per comprare azioni nel mercato borsistico. E da, come garanzia del prestito, le stesse azioni che acquista. Ora che i mercati navigano in brutte acque, il valore delle sue azioni –  e delle garanzie per le banche – sono notevolmente scesi. Eppure Intesa, Unicredit ed Mps lo soccorrono, perchè Zaleski è molto influente. Ha partecipazioni in banche e grandi imprese italiane e determina gli assetti nei consigli di amministrazione. Ferruccio de Bortoli, direttore de “il sole 24 ore” sostiene che l’unica dipendente della Tassera sia la segretaria di Zaleski. Eppure alla Tassera, va lo     0,7 % del credito erogato dalle banche alle imprese italiane. Anche così vengono spesi i soldi che il governo ha stanziato per la crisi delle bache.

7 commenti

Archiviato in Senza Categoria